Claudio Bohórquez

Claudio Bohórquez
Violoncello

Claudio Bohórquez, di origini peruviane/uruguaiane, è stato salutato come uno dei musicisti più emozionanti e affascinanti della sua generazione da direttori d’orchestra, pubblico, e critici. Il suo recente tour con la National Symphony Orchestra diretta da Christoph Eschenbach con concerti a Washington e in America Latina ha avuto un enorme successo. Ha suonato “indimenticabilmente ed eccellentemente” e la sua interpretazione del concerto di Lalo Cello è stata “la più bella che abbia mai ascoltato”, ha scritto un critico del Washington Post. Nella stagione 2012/2013, Claudio Bohórquez è stato in grado di mostrare il suo talento di musicista da camera: è apparso a Madrid e Bilbao insieme a Jörg Widmann e Katia Skanavi e ha suonato i trii con pianoforte di Beethoven con Viviane Hagner e Jonathan Gilad durante la Maratona di Beethoven al Konzerthaus di Berlino.
Come allievo di Boris Pergamenschikow, Claudio Bohórquez ha raggiunto il successo in tenera età in concorsi internazionali come il Concorso per giovani di Tschaikowsky a Mosca e il Concorso per violoncello di Rostropovich a Parigi, culminando nel 2000 con tre premi al primo Concorso Internazionale Pablo Casals tenuto sotto l’egida della Kronberg Academy: Marta Casals Istomin ha conferito a Claudio Bohórquez il primo premio, un premio speciale per la migliore musica da camera, e l’uso del violoncello Gofriller di Casals per un periodo di due anni. Ha anche vinto il primo premio al Concorso Internazionale di Musica di Ginevra, un traguardo che ha segnato l’inizio della sua carriera da solista. Nel frattempo è diventato anche lui stesso insegnante: dal 2003 è professore ospite all’Accademia di musica “Hanns Eisler” di Berlino ed è stato nominato professore alla Hochschule für Musik und Darstellende Kunst Stuttgart nell’autunno 2011. Claudio Bohórquez si è esibito con la Sächsische Staatskapelle Dresden, la Gewandhausorchester Leipzig, quasi tutte le German Radio Orchestra, la Württembergischen Kammerorchester Heilbronn, la Vienna Symphony Orchestra, il Collegium Musicum Basel, l’Orchestre de Paris, l’Orchestre Philharmonique de Radio France, il L’Orchestra de Toulouse, l’Orchestra della Svizzera Romanda, l’Orchestra Tonhalle di Zurigo, Academy of St. Martin in the Fields, l’Orchestra Filarmonica Ceca, l’Orchestra Nazionale Russa e l’Orchestra Filarmonica di Varsavia. In Giappone è apparso sia con la NHK Symphony Orchestra di Tokyo che con la Tokyo Philharmonic Orchestra. Negli Stati Uniti ha recentemente tenuto concerti con la Boston Symphony, la Chicago Symphony, la Cleveland Orchestra, la Detroit Symphony, la Los Angeles Philharmonic, la National Symphony e la Philadelphia Orchestra.
Tra i famosi direttori con cui Claudio Bohórquez ha lavorato ci sono Daniel Barenboim, Rafael Frühbeck de Burgos, Jonathan Darlington, Thomas Dausgaard, Christoph Eschenbach, Hans Graf, Ruben Gazarian, Manfred Honeck, Yakov Kreizberg, Sir Neville Marriner, Eiji Oue, Krzysztof Penderecki, Leonard Slatkin , Tugan Sokhiev, Lothar Zagrosek e David Zinman.
Claudio Bohórquez è stato invitato a numerosi festival come artista ospite, tra cui il Casals Festival a Puerto Rico, il Festival City of London, il Penderecki Festival a Varsavia e il Jerusalem International Chamber Music Festival. Le apparizioni negli Stati Uniti hanno incluso esibizioni ai festival di Tanglewood, Ravinia e Aspen e all’Hollywood Bowl. Ha anche preso parte al festival di musica da camera di Lockenhaus in Austria e al festival “Les Musiques” di Gidon Kremer a Basilea. Come appassionato musicista da camera ha suonato insieme a Katia Skanavi e Jörg Widmann a Bilbao / Madrid, e con Viviane Hagner e Jonathan Gilad alla Maratona di Beethoven al Konzerthaus di Berlino.
La passata stagione ha portato l’artista in molti festival fra cui il Rheingau Festival con la Columbian Youth Philharmonic diretta da Andrés Orozco-Estrada, il Dresden Music Festival in concerto con il violinista Philippe Quint e il pianista Boris Giltburg, così come il Festival dello Schleswig-Holstein con Daniel Hope e altri partner di musica da camera.
La stagione in corso include i ritorni ai Festival di Schleswig-Holstein e di Rheingau.
Oltre a numerose registrazioni di CD, registrazioni radiofoniche e apparizioni televisive, Claudio Bohórquez si è esibito nella colonna sonora di Paul Englishby del film “Ten Minutes Older – The Cello”, che è stato visto nei cinema di tutto il mondo. Claudio Bohórquez ha anche collaborato con l’artista Klaus-Peter Kirchner in “Room for Pablo Casals”, un’opera dedicata al grande violoncellista che combina parole, suoni e immagini.
Ha fatto parte dell’album vincitore di ECHO “Four Seasons” (2017) di Daniel Hope, pubblicato dalla Deutsche Grammophon.
Nel luglio 2018, Berlin Classics ha pubblicato un nuovo CD con le sonate di Johannes Brahms e alcune tracce bonus insieme al compagno di duo, Péter Nagy.
Dalla stagione 2017/18 Claudio Bohórquez è direttore artistico del Festival Winnenden.
Claudio Bohórquez suona un violoncello di G. B. Rogeri prestato dalla Landeskreditbank Baden-Württemberg.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial